Acqua e silenzio

L’onda di piena è passata. Il livello del Po s’è innalzato fino a sei metri e ha invaso la golena, contenuto però senza problemi dagli argini più bassi. Nulla a che vedere con altre stagioni, altre piene, quando il Po invincibile trovò la forza di superare gli sbarramenti e invadere tutta quanta la golena, fermato nella sua corsa solo dall’argine maestro. E ancora si conservano le fotografie del ’51, delle case erette nel letto golenale, allagate dal Po fin nei piani alti. Le case sono ancora lì, ormai quasi tutte disabitate, ruderi del passato. E anche il Po è lì, gigante instancabile e invincibile. Le acque stanno defluendo, il livello sta calando lentamente. Oggi è stata una malinconica giornata d’autunno, come solo novembre sa apparecchiarcene. Lo spettacolo del fiume era spettrale. Eppure quanta bellezza in quelle acque che s’innalzano di metri, su quegli stessi campi che tante volte ci hanno visto passeggiare! Che spettacolo i pioppi che all’improvviso si ergono sull’acqua, colonne di cattedrali in rovina, e paiono piegarsi sotto la forza del fiume! Che spettacolo la natura che osserva muta il grande fiume, e il silenzio rotto solo dalle acque e dai versi remoti di animali sconosciuti.

Basilico, pianta di re

L’orto s’è ormai trasformato in una piccola brughiera e attende, sotto la pioggia, d’esser accompagnato al riposo invernale, a forza di braccia e motozappa. Dove s’era sviluppata una selva di cuori di bue e san Marzano e zucche d’Albenga, rimangono solo i peperoncini a sfidare l’autunno, allegri e ostinati. I peperoncini e… il basilico, un grande cespuglio di basilico profumato, alto un metro, che non si dà vinto all’estate che è ormai un ricordo. Voglio aiutarlo: ho acquistato una piccola serra popup, nel tentativo di fargli superare l’inverno. E’ un’impresa disperata, ma questo non glielo dico. Amo il basilico, il suo aroma intenso che mi ricorda altre stagioni della mia vita, quel suo colore smeraldo, quasi impudico. Continue reading “Basilico, pianta di re”

Il misterioso caso delle galline scomparse

 

Basta conviverci un po’ e te ne accorgi. Non sono stupide, come si dice. E chi ha messo in giro questa voce, doveva averne visto poche, magari più avvezzo alle fiabe sugli animali, che si raccontano ai bambini in città per farli addormentare, piuttosto che alle chiassose corse per i campi in un pomeriggio di primavera. Le galline non sono stupide. Hanno una loro intelligenza. Soprattutto sono dotate di un carattere deciso, che talvolta vorrebbe essere persino burbero, e invece fa solo tenerezza se accompagnato al pensiero di quanto possano essere innocue e indifese. Abitano la cascina da quest’autunno ormai. Non era trascorso un mese che già avevano preso a deporre uova. E da allora hanno smesso solo quando sono stato ricoverato in ospedale.
Continue reading “Il misterioso caso delle galline scomparse”

Grappoli d’uva

All’arrivo in cascina, la prima volta, il proprietario era stato categorico: «No guardi, questo filare di viti non fa più uva, sono anni ormai». E io m’ero un po’ rattristato, poiché fra prugni e albicocchi, il ciliegio, le mele rigogliose e le giuggiole, il filare di viti insterilito m’era parso un presagio triste. «Ma il resto vedrà, vedrà che frutti! Questa è terra buona, terra del Po…», aveva cercato di rimediare il proprietario, indovinando la mia delusione. E così, quello stesso giorno, dopo essermi deciso ad acquistare la cascina, m’ero pure intestardito: quel filare di viti doveva tornare a fare uva. Continue reading “Grappoli d’uva”

Il favoloso mondo delle api

Quando ho scoperto il mondo delle api, la prima cosa che mi ha colpito è stata la danza con cui le api esploratrici, prendendo come punto di riferimento il sole, comunicano alle loro sorelle, api bottinatrici, l’esatta ubicazione e l’esatta distanza dei fiori da cui prelevare il nettare. Oggi si è celebrata la giornata mondiale delle api, con cui da un paio di anni si vuole richiamare l’attenzione sul ruolo essenziale che svolgono questi animali per la nostra stessa sopravvivenza, e sui rischi mortali a cui li stiamo sottoponendo da molto tempo con l’uso intensivo dei pesticidi. Continue reading “Il favoloso mondo delle api”

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: