Mantova, patrimonio mondiale dell’UNESCO

La città di Mantova, patrimonio mondiale dell’Unesco, è stata una delle grandi capitali europee del Rinascimento. Sotto la signoria dei Gonzaga dal 1328 al 1707, la città venne abbellita e arricchita d’inestimabili opere d’arte. Mantova conserva ancora un magnifico centro storico attorno a Piazza Sordello, Piazza Broletto e Piazza delle Erbe. L’ospite che partendo dal B&B decida di visitare la città, potrà raggiungerla in soli venti minuti d’auto, accedendo dall’antico ponte di San Giorgio che separa il Lago di mezzo dal Lago inferiore. Godrà così della magnifica visione dello skyline di Mantova che emerge dai suoi famosi laghi, con il Castello di San Giorgio, il Palazzo ducale, il campanile della Cappella palatina di Santa Barbara, le cupole e le mura.
Numerose sono le opere d’arte conservate nel Palazzo ducale. Il Castello di San Giorgio in particolare custodisce il celebre ciclo pittorico della Camera degli Sposi di Andrea Mantegna. Da vedere anche lo studiolo di Isabella d’Este che giunse a Mantova dalla vicina Ferrara nel 1490, sposa di Francesco II Gonzaga, e contribuì all’abbellimento del Palazzo ducale con gusto ed eleganza.
Non può mancare nemmeno una visita alla Basilica di Sant’Andrea progettata da Leon Battista Alberti ed edificata a partire dal 1472.
A sud del centro storico sorge il famoso Palazzo Te, opera di Giulio Romano. Pensato dai Gonzaga come dimora degli svaghi e delle feste, contiene affreschi grandiosi e cicli pittorici con simboli e rimandi alla mitologia. Celebri la Sala dei giganti e la Sala di Amore e Psiche.

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: