La Cascina saluta i giorni della Merla con l’ultima conserva estiva: fichi caramellati accompagnati da panna montata.

Svernare

(…)

Sopravviverà l’alveare, riusciranno i gladioli
a conservare in vita i loro fuochi
per entrare in un nuovo anno?
Che sapore avranno le rose di Natale?
Le api volano. Sentono il sapore della primavera.

Sylvia Plath

Inizia la notte più lunga dell’anno.
Tutto pare finire, e poi tutto ricomincia.

Azzurro e arancio

L’inverno in cascina si fa annunciare ogni anno da questi tramonti tersi e luminosi, di arancio e di azzurro. Dall’argine maestro, questo pomeriggio, si poteva scorgere verso nord la Valpolicella e la piccola catena del Baldo, lontana. Verso sud invece l’ombra azzurrina degli Appennini.
Presto passeranno le greggi in transumanza, e poi sarà Natale.

 

L’aurora tarda a spuntare

E’ sopraggiunta la prima gelata di stagione. Al risveglio i campi si presentavano ammantati di ghiaccio. Il pensiero m’è andato alle api rintanate nelle arnie, intente a scaldarsi a vicenda e tutte quante a scaldare la regina, la madre di tutte loro. Avranno immagazzinato abbastanza scorte? Nei prossimi giorni farò una ricognizione. Le ortensie levano i loro rami desolati, e paiono in questa stagione emblema di sonno e abbandono, almeno quanto in primavera si faranno celebrazione giocosa della vita. Continue reading “L’aurora tarda a spuntare”

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: